Crotone, dalla spintarella alla bomba

Luca Alfi, 32 anni, candidato nelle liste del Partito Socialdemocratico in appoggio a Peppino Vallone a sindaco di Crotone, è uno dei tanti disoccupati italiani.

Luca Alfi

La scelta della politica per alcuni è solo un mezzo come un altro per sistemarsi, con la ricerca del favore, del sotterfugio, della spintarella; Vallone, poi eletto Sindaco, avrebbe garantito ad Alfi, in cambio del suo sostegno, un posto presso l’area archeologica di Crotone, con quale ruolo non è dato sapere. Ma la promessa – o presunta tale – non è stata mantenuta. Così Alfi, non ottenendo ciò che gli sarebbe stato promesso illegalmente e che comunque non meritava, ha pensato bene di alzare la voce. Anzi, dato che non bastava, ha creduto che piuttosto che far risuonare la sua voce sarebbe stato meglio far scoppiare le bombe: il 28 dicembre 2011 ha piazzato un ordigno davanti alla sede di Equitalia, il 1 luglio invece davanti al Municipio della sua città.

Luca Alfi ripreso dalle telecamere mentre piazza l’ordigno

Per fortuna è stato beccato, grazie alle telecamere a circuito chiuso, e consegnato alla giustizia.

Ora, ce ne sarebbe abbastanza per il caro Alfi per scegliere il silenzio. Ma no, Alfi batte i piedi e rinfaccia a Vallone la promessa e cerca così la giustificazione alla propria barbarie. E il bello è che in questo articolo che raccoglie la sua testimonianza non trovo tracce di condanna, anzi.

In tutta questa storia c’è il ritratto deprimente di un Paese triste, squallido, vecchio. Unica buona notizia: Alfi non lavorerà nell’area archeologica di Crotone, nella quale tanti ragazzi preparati, onesti e pacifici sarebbero felici di guadagnarsi onestamente il pane quotidiano.

 

Informazioni su Archeologia in rovina

Ieri facevo l'archeologa, oggi faccio un altro mestiere e sono mamma di un bambino che voglio educare al rispetto della natura e all'amore per la storia. Vedo l'Italia diventandare sempre più brutta, sciatta, volgare. Prima uscivo di casa e andavo su tutte le furie, ma la cosa finiva lì. Adesso ho deciso di farmi sentire.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Crotone, dalla spintarella alla bomba

  1. Uno Di Voi ha detto:

    Si Nu cazzi i minchiuni o minchiuna triste e patetico/a rispecchi quello che è la nostra società una stupida fotocopia di un sistema statunintese, ipocrita e bigotto… Lui ha fatto qualcosa tu che hai fatto scrivi solo cazzate puntando il dito… Non è una giustificazione per quello che ha fatto… ma BASTA CON LE PAROLE… ci vogliono i fatti!!!

  2. Pingback: Crotone, dalla spintarella alla bomba | Crotone - Cerca News

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...