Roma puttana

Stupore, indignazione, schifo.Cosa si può provare davanti alla barbarie che si sta compiendo in questi mesi in via Giulia?

Mesi fa abbiamo parlato dei primi scavi, dei messaggi poco chiari che arrivavano ai cittadini, sul muro che nascondeva le scoperte fatte durante gli scavi accanto al Liceo Virgilio. Oggi, dopo che l’assemblea prevista per il 5 marzo per discutere su quanto stava accadendo è stata cancellata per impegni dei rappresentanti del Comune, scopriamo che tutto si può fare, in questa città venduta, tutto è lecito: dal cupolone di vetro e acciaio in via del Corso, stupro firmato Fuksas e Broccoli, allo scandalo del secolo, l’obbrobrio annunciato oggi su Repubblica.

Se Giulio II fosse vivo, starebbe facendo la valigia insieme al collega Benedetto.

 

Informazioni su Archeologia in rovina

Ieri facevo l'archeologa, oggi faccio un altro mestiere e sono mamma di un bambino che voglio educare al rispetto della natura e all'amore per la storia. Vedo l'Italia diventandare sempre più brutta, sciatta, volgare. Prima uscivo di casa e andavo su tutte le furie, ma la cosa finiva lì. Adesso ho deciso di farmi sentire.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Roma puttana

  1. Pingback: Torre Annunziata: archeologia civica, poteri e doveri | Archeologia in rovina Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...