Gela, il comandante scappa

Gela è una città disperata: assediata dall’inquinamento, sempre più povera. Gli abitanti non hanno perso il senso dell’ironia e la speranza, se hanno ancora voglia di manifestare e di inscenare l’inaugurazione dell’autostrada Siracusa-Gela, una delle grandi imprese incompiute dell’isola.

Ma i segnali dell’abbandono, del ritirarsi delle istituzioni, sono sempre più forti e allarmanti: la Soprintendenza competente per motivi di bilancio dirotterà il personale che opera in città a Caltanissetta; il territorio con il suo ricchissimo patrimonio storico rimarrà senza alcun presidio.

A dire il vero, anche senza il trasferimento del personale, a giudicare da quanto pubblicato sul sito dell’Archeoclub locale i tesori archeologici di Gela sono abbandonati da anni, violentati dai tombaroli, devastati dai vandali.

Ma resta il senso di questa scelta, dell’abbandono della città: un vago sapore schettiniano che lascia sgomenti.

Informazioni su Archeologia in rovina

Ieri facevo l'archeologa, oggi faccio un altro mestiere e sono mamma di un bambino che voglio educare al rispetto della natura e all'amore per la storia. Vedo l'Italia diventandare sempre più brutta, sciatta, volgare. Prima uscivo di casa e andavo su tutte le furie, ma la cosa finiva lì. Adesso ho deciso di farmi sentire.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gela, il comandante scappa

  1. archeologo ha detto:

    Complimenti per gli articoli, sempre interessanti e taglienti, e per il lavoro di ricerca degli argomenti. Cercheremo di fargli ricevere l’attenzione che meritano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...