Palermo, per le Grotte dell’Addaura la tutela è la tomba

Pochi giorni fa la Repubblica di Palermo ha denunciato lo stato di degrado in cui versano le Grotte dell’Addaura, sulle cui pareti figure umane, bovini, cervi e cavalli incisi 12 mila anni fa riproducono momenti di vita lontanissimi nel tempo eppure ancora avvincenti e unici.

Graffiti - Grotte dell'Addaura (PA)

Dal 2004 per ammirare questi graffiti tocca aprire un libro, perchè i cancelli che danno accesso alle grotte sono sbarrati; la Soprintendenza non ha i soldi per la manutenzione del sito, a rischio crollo, ma ciò non ha impedito a qualche genio dell’arte contemporanea di sfregiare con lo spray quelle figure e agli scalatori della domenica di piantare chiodi e picchetti sulle pareti esterne delle grotte.

In una città come Palermo è stato purtroppo facile abituarsi a quei cancelli chiusi e ci è voluta una delegazione di studiosi stranieri ansiosi di visitare il sito per ricordare a tutti che da anni è chiuso al pubblico. Quello che non ci si aspettava è che fosse in questo stato.

Impossibile dar torto a Roberto Alajmo che commenta così questo ennesimo caso di noncuranza italica: “Forse la verità è che non siamo degni…Forse sarebbe meglio murarla del tutto. Mascherare l´ingresso e cancellarne le tracce….fra qualche anno nessuno si ricorderà più della grotta dell´Addaura. Certo, ci saranno le riproduzioni sui libri. Ma nessuno sarà in grado di localizzarla. La tutela, a quel punto, sarà integrale. Possiamo solo sperare che la grotta venga riscoperta fra qualche secolo, da una civiltà migliore, capace di valorizzare le proprie ricchezze culturali.”

Informazioni su Archeologia in rovina

Ieri facevo l'archeologa, oggi faccio un altro mestiere e sono mamma di un bambino che voglio educare al rispetto della natura e all'amore per la storia. Vedo l'Italia diventandare sempre più brutta, sciatta, volgare. Prima uscivo di casa e andavo su tutte le furie, ma la cosa finiva lì. Adesso ho deciso di farmi sentire.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...