Giù le mani dal Molise

Più di cento associazioni scenderanno in piazza il 23 novembre per fermare l’invasione di pale eoliche che stanno massacrando il territorio del Molise. Sono infatti già 400 e potrebbero arrivare a 5000, minacciando siti archeologici legati alla memoria di chiunque ricordi i mitici scontri tra Romani e Sanniti. Oggetto della protesta sarà la sentenza del Consiglio di Stato, pubblicata il 3 novembre, che ha dato il via libera al progetto di parco eolico – 16 pale alte oltre 120 metri – nella valle del Tammaro.

Valle del Tammaro

Le associazioni chiedono un provvedimento urgente di salvaguardia dell’area archeologica di Sepino-Altilia, il sito archeologico più vicino al nuovo parco eolico.

Scavi di Sepino - Altilia

Il consigliere regionale del pd Michele Petraroia, capofila della protesta, spiega che “il Molise arriverebbe a produrre quattro volte l’energia di cui ha bisogno” e senza possibilità di mettere in rete l’energia eccedente, è chiaro che il punto della questione sono le cosiddette compensazioni che le varie società danno in cambio del massacro del territorio: 90-100mila euro l’anno che per piccoli comuni con le casse vuote sono una boccata di ossigeno. Ma come sempre, chi si crede furbo pensando solo a fare affari, ci fa solo la figura del fesso se, come  sostiene Petraroia,  in capo a dieci anni,  i pescecani dell’eolico potrebbero guadagnare in Molise qualcosa come quattro miliardi di euro, lasciando alle amministrazioni locali solo le briciole, intorno ai 30 milioni. E allora meglio tutelare il proprio paesaggio, quella sì che è  una scelta da veri furbi.

 

 

Informazioni su Archeologia in rovina

Ieri facevo l'archeologa, oggi faccio un altro mestiere e sono mamma di un bambino che voglio educare al rispetto della natura e all'amore per la storia. Vedo l'Italia diventandare sempre più brutta, sciatta, volgare. Prima uscivo di casa e andavo su tutte le furie, ma la cosa finiva lì. Adesso ho deciso di farmi sentire.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Giù le mani dal Molise

  1. Farfallalegger@ ha detto:

    E’ caduta la torre di Macchiagodena
    http://www.forchecaudine.com/it/news.php?c=18&s=86&a=2211
    ma pochissimi ne hanno parlato, mentre per pompei hanno chiesto in coro le dimissioni di Bondi. Forse perchè il Molise è una piccola regione semi sconosciuta?
    Scusa il campanilismo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...